Se hai bisogno di assistenza per il tuo WordPress clicca qui e scopri i nostri abbonamenti all-inclusive a prezzi incredibili

Essere in dubbio su quali plug-in utilizzare per il proprio sito basato su WordPress è un momento ricorrente sul web, soprattutto dal momento che questa piattaforma è oggi la più utilizzata per la costruzione di siti web di qualsiasi genere.

WordPress dispone di migliaia di plug-in capaci di fare qualsiasi cosa ma quali sono i migliori plug-in, ovvere quelli che dovrebbero essere sempre presenti? 

Per poter stilare questa lista ho analizzato vari aspetti importanti per le performance di un sito internet e ad ogni aspetto ho assegnato uno o più plug-in a cui non dovresti mai rinunciare; la maggior parte dei quali gratuiti o con un costo molto basso (come è tipico di WordPress).

Una volta scelto il tuo preferito sarà facilissimo da installare, proprio perché WordPress rende tutto più semplice ma se trovi problemi o insidie, come aggiornamenti non compatibili, contattaci pure o scegli un nostro abbonamento e sapremo risolvere il problema entro 48h!

In ogni caso, per installare un nuovo plug-in recati nella “Dashboard” del tuo WordPress, nella casella Plugin clicca “Aggiungi nuovo”; a questo punto puoi decidere se importare il plugin da un download del tuo computer oppure utilizzare la comodissima barra di ricerca. 

 

Migliori Plug-in per WordPress che devi sempre avere

Come già anticipato ad inizio articolo, ogni plug-in di questa lista avrà uno scopo ben preciso, al fine di ottimizzare gli aspetti principali per le performance di un sito, ovvero:

  • Modificabilità del layout: la possibilità cioè di alterare a proprio piacimento la struttura del sito e quindi l’estetica, aggiungendo blocchi, testi ed immagini come preferiamo.
  • Velocità: ovvero l’ottimizzazione di uno dei fattori più importanti per la riuscita di un sito internet attraverso tecniche di alleggerimento dei contenuti e del sito in generale.
  • Ottimizzazione Immagini: perfezionamento sia del peso che degli aspetti di posizionamento legati ai media statici per il nostro sito!
  • Marketing efficace: tutte le migliori funzioni dedicate al marketing, quindi alla promozione di ogni attività di nostro piacimento.
  • SEO (search engine optimization): tutte le migliori pratiche e funzionalità per comunicare in maniera efficace ai motori di ricerca i nostri contenuti, migliorando di conseguenza il posizionamento.
  • Protezione: come evitare gli invasori di siti e tutte le loro pratiche scorrette.
  • Gestione Database: lead generation, acquisizione e gestione utenti.

Ognuna di queste caratteristiche o funzionalità rappresentano un must have o una pratica fondamentale per non sprecare le proprie energie automatizzando e facilitando le mansioni sul sito. 

 

Ma quindi quali sono i plugin migliori per WordPress??

Ecco di seguito la “lista della spesa” dei plugin migliori che andremo passo dopo passo a spiegare di seguito indicando poi pregi e difetti.

Come avrai intuito si tratta di una TOP10 (e ho dovuto limitare la scelta!), quindi dedicami altri 5 minuti del tuo tempo ed andiamo ad analizzarli tutti quanti!

 

1. Elementor

Elementor è un innovativo page builder, ma cosa sono i page builder?

Si tratta di plugin che sono veri e propri software, anche complessi a seconda dei casi, che permettono, senza alcuna conoscenza di programmazione, di costruire, modificare a proprio piacimento da semplici pagine web ad interi siti. Oggi sono la scelta di molti per la costruzione di siti più o meno articolati, anche molte web agency utilizzano i page builder come base per lavori più semplici. 

Elementor negli ultimi anni è spiccato e si è posizionato tra le prime posizioni grazie alle incredibili funzionalità, alla facilità di utilizzo, ai continui aggiornamenti ed anche grazie al pricing accessibile a molti.

Ritengo Elementor uno dei migliori pagebuilder perché è estremamente semplice da usare e, a differenza di altri, non non necessita obbligatoriamente di conoscenze di CSS che di solito sono necessarie per gli altri pagebuilder; inoltre Elementor è rimasto sempre al passo con i tempi, introducendo in anteprima funzionalità innovative come il “pop-up builder”, ovvero il costruttore di popup per il proprio sito, adatti a tantissimi scopi. 

 

2. Visual Composer

Come suggerisce il nome “Visual Composer” è anch’esso un Page Builder o Composer.
Così come Elementor anche questo costruttore di pagine permette di aggiungere pagine, elementi e modificare a proprio piacimento la struttura e il layout del sito.

A differenza del cugino sopra descritto, Visual Composer è leggermente meno “user friendly” ovvero necessita di un minimo in più di comprensione di CSS e HTML, escludiamo il PHP, in quanto è più articolato e permette delle modifiche con funzionalità più complesse, come la gestione a CSS di margini e bordi, oppure l’aggiunta di un intero foglio CSS personalizzato.

Visual Composer è acquistabile a parte o tramite temi pronti, infatti con alcuni di essi (quelli più costosi) viene fornito integrato e permette fin da subito di modificare la struttura. 

 

3. Caching: WP Super Cache/ W3 Total Cache

La velocità di caricamento di un sito web è tra i principali fattori di posizionamento e tra i maggiori kpi che determinano un tasso di conversione o di abbandono. 

Un sito lento in genere vende meno o riceve meno traffico e viene penalizzato nel posizionamento; in fondo come negare, chi vorrebbe mai navigare su un sito che impiega un’eternità per caricare i contenuti, basti pensare che oggi un sito è considerato lento se impiega più di 3,5 sec, mente gli utenti sono disposti mediamente ad aspettarne massimo 3 sec!
Detto questo pare ovvio che bisogna fare di tutto per far sì che il sito risulti performante sia agli occhi degli utenti che dei robots in generale. 

Una delle operazioni principali e sicuramente efficaci è chiamata “Caching” e consiste nel fornire al browser una copia già pronta e renderizzata delle pagine web del sito che si intende ottimizzare. 

Così facendo si va a dimezzare il percorso che deve fare il browser per mostrare all’utente la risorsa richiesta, infatti in assenza di cache l’utente navigando “chiede” al browser (chrome ad esempio) di mostrare un contenuto o una pagina, questo a sua volta la chiede al server del sito internet che gliela fornisce e il browser la mostra all’utente; quindi fornire una “copia cache” delle pagine serve a munire il browser di copie già renderizzate in maniera tale da fornirle all’utente più velocemente. 

Con WordPress possiamo fare questo grazie a due plugin molto utili: 

WP Super Cache e W3 Total Cache.

Entrambi permettono di fare quanto appena spiegato in maniera molto semplice ed automatica, lasciando anche libero il webmaster di scegliere singolarmente le risorse da cachare e in che misura temporale fornirle al browser

W3 Total Cache è tra i plugin più consigliati dai migliori Hosting sul web come SiteGround e OVH.

 

4. WP Smush

Le immagini sono sicuramente fondamentali per offrire un’esperienza completa e personalizzata agli utenti, soprattutto quando si parla di ecommerce sono infatti fondamentali.

Gli utenti medi sono spesso poco invogliati a leggere le caratteristiche di un prodotto e preferiscono invece affidarsi ad una stupenda product gallery; quindi la teoria vuole che forniamo quante più immagini dettagliate e ad alta risoluzione (stile amazon). 

Le immagini ad alta risoluzione tuttavia pesano abbastanza e il loro caricamento durante il rendering della pagina rappresenta un gran lavoro per il browser; spesso il peso delle immagini è tra le cause principali di rallentamento di un sito. 

Quindi è buona pratica salvare le immagini nel “formato per il web” con un giusto compromesso peso-risoluzione. 

In genere un’immagine ottimizzata per il web pesa non più di 100kb, in quanto non essendo l’unica ad essere caricate, spesso la somma supera il megabyte e per uno smartphone con connessione media è un lavorone!

La base del lavoro è fare innanzitutto l’ottimizzazione a monte salvando le immagini con il giusto peso ma in ogni caso, per gli utilizzatori di WordPress, ci viene in aiuto WP Smush, un comodissimo e fantastico plugin che una volta installato e lanciato recupera una ad una tutte le immagini e le comprime, salvando così peso e spazio.

WP Smush è gratis facendo però più volte l’operazione di ottimizzazione oppure offre una versione a pagamento che oltre a non dover far ripetere l’operazione mette a disposizione anche tante altre funzioni utili ma, in media, va benissimo la versione “free”.

 

5. Sumo

L’automation Marketing è un tema sempre più attuale nell’ambito del Digital Marketing ed è l’insieme delle tecniche e pratiche che permettono di eseguire in maniera automatica delle funzioni di marketing al verificarsi di determinate azioni e condizioni da parte dell’utente. 

Sono funzioni di marketing automation pratiche come: abandoned cart, popup di carrello, exit popup, mail marketing ecc…

Sumo permette di eseguire buona parte di queste funzioni già dal suo utilizzo completamente gratuito.

Tutte queste funzioni rappresentano una grandissima opportunità da cogliere in quanto hanno vantaggi molteplici, come ad esempio un notevole risparmio di tempo in lavorazioni ed interventi che il modulo può fare in maniera perfettamente autonoma oppure, ancora più importante, per gli ecommerce permettono di recuperare qualche punto percentuale nel tasso di conversione e quindi permettono di aumentare le vendite significativamente.

 

6. Mailchimp

La più longeva e famosa attività di digital marketing è all’unanimità quella del Mail Marketing che fino al 2010 circa era rappresentato solo dalla Newslettering. 

Il Mail-marketing è ancora oggi uno dei modi più efficaci, economici e redditizi per raggiungere la propria audience e non solo con aggiornamenti tramite newsletter ma, grazie all’integrazione dell’automazione, anche tramite altre email automatiche a seconda delle azioni dell’utente. 

Mailchimp è un programma completamente online che può essere utilizzato nelle sue funzioni base esternamente o per un maggiore effort deve essere integrato con il sito tramite l’apposito plugin. 

Quando integrato, permette di recuperare autonomamente i dati riguardanti le attività degli utenti e, grazie all’automation, di inviare mail o eseguire popup per questi sulla base delle loro azioni, ad esempio: 

  • se abbandonano un carrello
  • se si intrattengono troppo sulla pagina del carrello (popup con incentivo)
  • se si iscrivono al sito (mail di benvenuto)
  • popup generici per scaricare contenuti esclusivi
  • call to action per l’iscrizione alla newsletter e quindi per ricevere aggiornamenti periodici

 

7. Yoast SEO

Spiegare la SEO (Search Engine Optimization) in poche righe sarebbe impossibile però, riferendoci solo alle funzioni di Yoast, possiamo dire che questo plugin ci permette di modificare agilmente singoli attributi o massivamente tanti altri, al fine da renderli più Seo Friendly. 

Yoast una volta installato aiuta il webmaster ad impostare i primi parametri fondamentali, come l’estensione delle pagine e delle cartelle del sito (cosa fondamentale per migliorare il caricamento e la lettura delle pagine da parte degli algoritmi) ed è perfetto inoltre per la scrittura dei testi per chi non se ne intende di copywriting, inoltre è ottimo per la creazione della Sitemap.xml, ovvero la “mappa” dei contenuti del sito che inviamo a Google, Bing e altri tramite le relative Search Console.

La più usata tra le sue funzioni rimane però sempre la modifica degli attributi “title” e “meta-description”, ovvero le porzioni di testo che compongono lo snippet che ci appare durante le ricerche sui motori.

 

8. Contact Form 7

Quanto sono belli e utili quei form da compilare sui siti per richiedere informazioni o iscriversi. 

Bene, è il momento di fare i tuoi sul tuo sito e per farlo conviene sempre avere installato CF7 (contact form 7); probabilmente il builder di form contatti più scaricato al mondo. 

Semplicissimo da usare ed esteticamente personalizzabile, CF7 tramite una interfaccia semplicissima ti permette di scegliere quali campi vuoi inserire nel tuo form contatti e indicare comodamente quali di questi desideri che siano obbligatori.

Una volta terminata la configurazione del modulo contatto, CF7 ci genera un piccolo codice che va inserito in una porzione di testo nel punto preciso di una pagina o di un articolo nel quale vogliamo che gli utenti lo compilino.

Ed il gioco è fatto, ecco come recuperare contatti!

 

9. Wordreference Security

Gli Hacker sono il flagello che solca le onde di chi naviga in internet e rappresentano una grande minaccia per chi opera online.

Chiunque gestisca un sito o un ecommerce necessariamente deve proteggersi da queste minacce, sia per mettere al sicuro l’incolumità della propria piattaforma ma anche per tutelare i propri utenti che devono sentirsi liberi e sicuri di effettuare operazioni mentre sono sul sito. 

Wordreference Security è un plugin che ha come credo proprio la protezione dell’incolumità del sito.
E’ sicuramente tra i moduli di security più apprezzato e consigliato, perché funge da firewall proprio come un vero e proprio antivirus.
Inoltre è dotato di un sistema di reportistica che agisce pressoché in tempo reale.

Se vuoi saperne di più sulla sicurezza online clicca e consulta il nostro articolo dedicato https://www.wp-360.it/2018/08/30/la-sicurezza-su-wordpress/

 

10. Revolution Slider

Il plugin per creare fantastici slider #1 al mondo e il motivo di tanto successo è presto spiegato.
Revolution Slider è completamente personalizzabile ed è, come vuole la regola, perfettamente adattabile al mobile; infatti offre la possibilità di creare tanti slider diversi e mostrare quello che preferiamo su ogni device oppure su diverse proporzioni di monitor.

Permette di impostare anche le più piccole personalizzazioni come ad esempio il colore e la forma delle freccette per scorrere le immagini e anche la possibilità di oscurarle. 

Non è semplicissimo da usare fin dal primo momento a causa della complessità delle impostazioni ma i concetti sono talmente semplici che insistendo chiunque può diventare un “maestro di slide”

 

Non tutti riescono a finire di leggere un articolo così lungo perché purtroppo il tempo è sempre poco e di solito quello che si ha a disposizione lo si usa per far crescere la propria attività.
Se pensi di aver bisogno di un grande aiuto ad un piccolo costo per gestire il tuo sito
WordPress clicca qui
e lascia fare il resto a noi!

[vc_row][vc_column][vc_cta h2="" txt_align="center" style="custom" add_button="bottom" btn_title="ABBONATI ORA" btn_style="custom" btn_custom_background="#ffffff" btn_custom_text="#6e408b" btn_shape="round" btn_size="lg" btn_align="center" custom_background="#6e408b" custom_text="#ffffff" btn_link="url:https%3A%2F%2Fwww.wp-360.it%2Fprodotto%2Fabbonamento-assistenza-wordpress-premium%2F|title:Abbonati%20Ora||"]

Se anche tu hai un sito in WordPress, allora la soluzione è WP360!

[/vc_cta][/vc_column][/vc_row]